Crea sito

Una piccola ma grande chitarra

Cari lettori di strangeguitars spesso navigando su internet ci si può imbattere in vere e proprie scoperte che ci lasciano piacevolmente sorpresi.
Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un post del gentilissimo Dario Fornara che suonava una chitarra classica davvero unica. Ad una immediata richiesta di maggiori informazioni lui mi ha girato alcune foto (che vedremo nel corso dell’articolo) e il contatto del liutaio che ha costruito tale piccola meraviglia: Carlo Venturin.

chitarra classica mini
La chitarra di Dario Fornara

Anche Carlo Venturin è stato molto disponibile rispondendo a tutte le domande che gli posto.
Alla fine è emersa una vera e propria intervista a tutto tondo che condivido con voi.

Lei è un liutaio professionista? Se sì da quanto tempo?
Sono liutaio per passione, realizzo chitarre da 15 anni, sono strumenti che costruisco per me, per mio figlio e qualche caro amico.

Come è nata l’idea della chitarra classica ridotta?
È nata da un’idea del caro amico musicista Dario Fornara, la sua esigenza in quel periodo era quella di farsi costruire una piccola Nylon crossover, con determinate caratteristiche e dettagli, il mercato ancora oggi non offre nulla con queste caratteristiche. Dario scrive recensioni sulle chitarre da lui testate sulla rivista “Chitarra Acustica” per me Dario Fornara è punto di riferimento un professionista molto scrupoloso.

Quali sono le caratteristiche tecniche e le peculiarità di questo strumento?
I legni usati per la costruzione provengono da Rivolta Legnami. Abete fiemme per la tavola, fasce e fondo e manico in acero marezzato,tastiera e ponticello in ebano, osso ponticello e capotasto in osso torrefatto, monta meccaniche Schertler con palettina in ebano, rinforzi manico in fibra di carbonio, catene in abete fiemme fibra perfettamente verticale, diapason 540 mm. Lo strumento è amplificato con sistema pre-amplificato dual Carlos Juan Vincente Amigo. Monta un sensore sotto ossicino ponticello più una pastiglia a contatto sotto la tavola armonica, entrambi comandati singolarmente. Tanti associano la ‘chitarra piccola” ad una comodità per in trasporto, non è stata costruita per la facilità nell’essere trasportata è stato ricercato un suono unico e antico, altri dettagli tecnici di costruzione non posso rivelarli. Ora cito le persone che hanno collaborato con me nella realizzazione della mini classica Con la chitarra è stata progettata e realizzata da un amico ingegnere Stefano Zaninetti una custodia in fibra di carbonio e kevlar. Indispensabile è stata la collaborazione con la Liutaia Carolina Venturin ” mia figlia” esperta nella realizzazione di mandolini e strumenti antichi. Infine Dario Fornara, senza di lui nulla sarebbe stato possibile.

Ha altri progetti in corso?
Abbiamo realizzato altri tre strumenti identici nelle dimensioni ma differenti nella struttura interna per avere un termine di paragone. Le chitarre sono in mio possesso a parte quella di Dario e per ora non sono in vendita. Un quarto strumento è in via di realizzazione.

Infine Carlo Venturin ha anche fornito alcune preziose immagini della costruzione della chitarra:

 

In chiusura ringrazio sentitamente Carlo Venturin e Dario Fornara per la preziosa collaborazione.
Inoltre mi auguro che progetti come questo siano sempre più diffusi e sostenuti, soprattutto da noi chitarristi.

Hai trovato interessante l’articolo?
Hai un progetto simile di cui vorresti parlare?
Scrivi un commento qui sotto!